I CONSIGLI DI CASA DEL BUSTO

COME FARE PER LAVARE INDUMENTI INTIMI E CORSETTERIA?

1. Prima di lavare, dai un’occhiata all’etichetta!

I capi di biancheria intima e corsetteria vengono creati con materiali di pregio. Per preservare a lungo le loro caratteristiche, il primo consiglio da seguire è osservare sempre le specifiche istruzioni per il lavaggio riportate sull’etichetta di ciascun indumento.

2. Utilizza detersivi liquidi senza ammorbidenti

Per lavare gli indumenti intimi, scegli un detersivo liquido senza ammorbidente. Il motivo? Nell’acqua fredda, i detersivi in polvere non si sciolgono alla perfezione e rischiano di fissarsi nei pori dei tessuti; inoltre, l’ammorbidente aumenta la possibilità che le fibre di elastan si distacchino. Un detersivo liquido senza ammorbidente penetrerà nel tessuto senza compromettere le fibre, garantendone la pulizia.

3. Proteggi i bianchi, preserva i colorati

Per mantenere la purezza del bianco e la brillantezza dei colori, capi bianchi e colorati vanno lavati separatamente. Per lavare gli indumenti intimi bianchi, utilizza un detersivo con candeggiante delicato, mentre per l’intimo colorato scegli un detersivo adatto a preservare i colori. Se hai necessità di utilizzare uno smacchiatore, provalo prima su una parte non visibile del capo.

4. Non rimandare a domani ciò che puoi lavare oggi

Per la biancheria intima bianca e colorata, vale una sola regola comune: lavare il capo intimo ogni volta dopo averlo indossato. Il motivo? Il sudore può deteriorare le fibre di elastan facendo perdere stabilità alla forma.

5. Lava a mano

Il modo migliore per pulire la biancheria intima? Lavarla a mano! Per lavare la biancheria intima a mano, fai attenzione che la temperatura dell’acqua non superi i 40°C, sciogli in acqua il detersivo e poi lascia i capi in ammollo in modo che galleggino; a questo punto, muovili delicatamente nell’acqua senza strofinare né strizzare. Una volta lavati, sciacqua bene i capi e stendili in forma. Ricorda che i capi colorati e delicati devono essere trattati rapidamente e non lasciati in ammollo.

6. In lavatrice, seleziona i cicli delicati

Se non hai il tempo di lavare a mano la biancheria intima, puoi optare per la lavatrice selezionando i cicli delicati a 30° e 40°. In questo caso, il consiglio è di riempire solo metà del tamburo ed evitare la centrifuga per non sgualcire i capi.

7. Utilizza un sacchettino

Non vuoi sprecare un lavaggio esclusivamente per reggiseni, slip e corsetti? Utilizza un sacchettino per la biancheria intima! In questo modo, impedirai che i capi vengano danneggiati da altri indumenti e limiterai il logorio delle staffe del reggiseno oltre che la loro rimozione durante il lavaggio.

8. Attenta all‘asciugatrice

Se alcuni indumenti intimi quotidiani possono essere asciugati con l’asciugatrice, per gli articoli da corsetteria più delicata è preferibile optare per la tradizionale asciugatura all’aria aperta. Per sapere quali capi puoi asciugare con l’asciugatrice, controlla l’etichetta!

9. Scalda il ferro…solo quando puoi!

Alcuni indumenti intimi e di corsetteria possono subire alterazioni negative con l’utilizzo del ferro da stiro. Anche in questo caso, il consiglio è di controllare l’etichetta!

10. Solventi e lavaggio a secco

Prima di lavare la biancheria a secco o con smacchiatori contenenti solventi, dai un’occhiata all’etichetta.